Si presenta a fare il vaccino con un braccio fint…no aspetta davvero devo scrivere un titolo così?

Chi, almeno per una volta in questo periodo di pandemia, non ha mai fantasticato pensando di ingannare il sistema sanitario per ottenere il green pass andando a farsi vaccinare con un braccio finto?

Se pensate che questo sia un pensiero talmente assurdo da non poter minimamente essere messo in pratica, sappiate che purtroppo tale follia è diventata realtà!

Un uomo di 50 anni si è presentato all’hub vaccinale di Biella con un avambraccio in silicone, cercando di ingannare gli operatori sanitari sperando che nessuno avrebbe mai potuto accorgersi dell’artifizio.

L’operatrice sanitaria di turno si è ovviamente accorta che qualcosa non andava durante l’inoculazione del siero e alla richiesta di mostrare il proprio braccio, il paziente ha dovuto mostrare l’inganno provando, inutilmente, a convincere l’operatrice a chiudere un occhio.
Purtroppo per lui le cose non andranno per il verso giusto in quanto verrà denunciato presso le autorità competenti.
“Il caso rasenta il ridicolo e trattasi di un gesto di una gravità enorme” hanno affermato l’assessore alla Sanità Luigi Icardi ed il governatore Alberto Cirio.
Tutto ciò ci fa davvero riflettere molto ma tutto sommato ci offre una certezza: che, con molta probabilità, qualcuno ha veramente una parte del proprio corpo a base di silicone… il cervello!
i