di Deejay

“Se c’è solo il conducente deve tassativamente essere seduto davanti, dal lato del volante” è una frase estratta da un vademecum ironico. E voi? Ci siete cascati?

Dalla giornata del 3 Maggio 2020 è circolato in rete questo ritaglio di giornale:

La foto è autentica e il giornale esiste davvero. Si tratta del Secolo XIX, edizione di Domenica 3 Maggio 2020, ed è tratta dall’articolo dal titolo “Le sedici regole per muoversi bene in città”.

La foto è tratta da un articolo anch’esso vero (è davvero un vademecum) ma con un taglio decisamente ironico. Insomma, non si tratta di un errore ma di una cosa voluta, tant’è che in altre parti del vademecum troviamo altre frasi divertenti, come abbiamo potuto apprendere da un articolo del sito “Pare Strano”

Nello stesso articolo possiamo trovare anche altre frasi simili, del tipo:

“Evitiamo di metterci le dita negli occhi, e anche di farcele mettere da un altro passeggero“

“Poiché i virologi ci ricordano che del virus non sanno ancora nulla, quindi nemmeno come si comporterà una volta arrivato a casa (nostra), togliamoci di dosso gli indumenti dove potrebbe trovarsi”

“Sarà un’occasione per introdurre anche in Italia una innovazione già in uso all’estero dall’Ottocento: la coda alle fermate”

Insomma, non ci stiamo trovando di fronte a una bufala diffusa ad arte, bensì di fronte e un evidente malinteso. La frase incriminata, decontestualizzata dal resto dell’articolo, ha tratto in inganno moltissime persone, compreso chi vi scrive, per il quale è già stata avviata la procedura di auto adozione nella pagina e dovrà pagare una penale in giri di spritz al resto dello staff.

Chiarito l’equivoco va anche sottolineato come in molti abbiano creduto che la frase in questione fosse tratta da un documento governativo e non da un articolo di giornale. In quel caso non vale alcuna giustificazione, anche se quella frase fosse stata scritta sul giornale per errore.

 

 

i