di Deejay

Quelli che non riconoscono mai i fotomontaggi tranne quando gli fa comodo

Quelli che “è il concetto che conta”, che pubblicano improbabili citazioni di Pertini e di Putin, che pubblicano foto di persone di colore che stanno commettendo un illecito  in America, etichettandole come “risorse boldriniane”, sembrano non accorgersi mai del fatto che stanno condividendo una bufala o un fotomontaggio. Questo perché non sanno riconoscere una notizia vera da una falsa? Oppure perché, più semplicemente, vogliono credere che sia vera?

In questo breve articolo faremo un’operazione un po’ “cerchiobottista”, andando ad analizzare le reazioni a un fotomontaggio che vede protagonisti i tre leader del centrodestra: Giorgia Meloni, Matteo Salvini e Antonio Tajani.

In un gruppo popolato da fans di Salvini, per esempio, sembra che stavolta tutti si siano stranamente accorti che questa foto è un fotomontaggio:

Il fotomontaggio, creato per stigmatizzare l’atteggiamento tenuto dai leader del centrodestra nella giornata del 2 giugno a Roma, ritrae Salvini, Meloni e Tajani nell’atto di farsi un selfie in ospedale, con alle spalle un paziente grave. Lo scopo di chi ha creato il fotomontaggio è evidentemente quello di condannare gli assembramenti che si sono creati il 2 giugno durante la manifestazione indetta dalle forze di opposizione.

In un gruppo vicino al centro destra, diversamente da quanto accade di solito, stavolta si sono quasi tutti accorti che la foto è falsa:

Analogamente, lo stesso post pubblicato però in un gruppo anti Salvini, ha raccolto commenti indignati di chi non si è accorto del fotomontaggio (o che non ha voluto accorgersene).

i