di Deejay

Perquisizioni in tutta Italia per gli insulti via social a Sergio Mattarella

Diciamolo chiaramente: per noi è un’ottima notizia e speriamo possa fungere da deterrente per le migliaia di leoni da tastiera che pensano di poter scrivere le peggiori porcherie convinti che i social siano una sorta di porto franco nel quale poter fare ciò che si vuole senza incorrere in conseguenze. Questo è quanto riportato in un post della pagina facebook di ANSA (qui il link all’articolo):

Perquisizioni, su disposizione della Procura di Roma, sono in corso nell’ambito dell’indagine su una serie di messaggi denigratori e insulti indirizzati via social al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nella primavera scorsa, nel corso della prima ondata dell’emergenza Covid. Nel procedimento si ipotizza il reato di offesa all’onore e al prestigio del Capo dello Stato.

i