No-Vax morto per Covid viene deriso dai “No-Brain”: I COMMENTI

Mak Parhar, uno dei più accaniti negazionisti del Covid-19 e sostenitore sia del terrapiattismo che del movimento anti-mask è morto in Canada nella sua casa di New Westminster a soli 48 anni a causa del Coronavirus.

Nonostante i palesi sintomi che avrebbero portato chiunque ad insospettirsi che si trattasse di covid-19 il blogger si rifiutava di credere alla vera entità del suo male:

«Non può essere Covid perché il Covid non esiste»

Parhar negli ultimi tempi è diventato famoso sui social per aver diffuso notizie false in merito alla pandemia mondiale, era stato arrestato e accusato di disobbedienza sulle leggi sulla quarantena e di aver continuato a gestire il suo studio di yoga in violazione degli ordini di salute pubblica.

Sarebbe dovuto comparire in tribunale la scorsa settimana, ma la data fu posticipata proprio a causa delle sue gravi condizioni di salute: processo che purtroppo, non verrà mai portato a termine a causa del suo prematuro decesso.

In un video da lui pubblicato in data 3 novembre 2021 aveva comunicato di aver recentemente assunto ivermectina, un farmaco che viene impropriamente propagandato dai no-vax come come trattamento contro il covid.

L’ivermectina è più comunemente usata come vermifugo del bestiame e si è dimostrata efficace nel trattamento dei parassiti, ma non dei virus; persino le autorità sanitarie canadesi ed americane hanno emesso avvertimenti in merito alla assunzione di tala farmaco contro il Covid.

Se è vero che ignorare l’esistenza di una pandemia potrebbe sembrare da sciocchi, ciò non toglie che la scomparsa di un ragazzo è comunque un episodio triste che coinvolge anche parenti ed amici della vittima.

Il loro lutto ed il loro dolore merita rispetto e soprattutto silenzio.

Purtroppo anche di fronte a certe notizie siamo costretti ad ascoltare anche il baccano generato dagli stupidi commenti di persone con poco cervello.

 

 

i