di Deejay

Lo volete capire che nessuno vi regalerà una Range Rover in cambio di un “grazie”?

Il trucco è sempre lo stesso:

  • Creo una pagina fasulla che riporta il nome di un brand famoso.
  • Mi invento un finto concorso con dei premi allettanti che mai elargirò.
  • Dico che per partecipare basta un like, un commento, una  condivisione.
  • La gente lo fa anche se sospetta si tratti di un fake, perché “non si sa mai”, “non mi costa nulla” rinunciando alla propria dignità per così poco.
  • Quando la pagina raggiungerà un certo numero di followers la rivenderò.

Oggi parliamo di una pagina nata dal nulla che promette di regalare una Range Rover tramite un’estrazione tra quanti avranno commentato con un “grazie” e avranno condiviso il post, che in poche ore ha superato le trentamila condivisioni:

“Prima volta nella storia di Facebook,
Ci accingiamo a dare via questo incredibile Range Rover Sport
A qualcuno che condivide questo post e commenta di seguito “grazie”.
Prenderemo il fortunato vincitore oggi alle 23.00h
Come la nostra pagina per gli aggiornamenti”

Nonostante il post sgrammaticato, probabilmente tradotto con un traduttore automatico, migliaia di persone hanno “tentato la fortuna” seguendone le istruzioni, scrivendo migliaia di commenti, tutti uguali:

Aggiornamento del 25/06/2020: La pagina ci tiene a far sapere che il concorso è terminato ma che il vincitore, essendo minorenne, non aveva diritto al premio, per cui hanno pubblicato un nuovo post che i polli hanno ricominciato a condividere come se non ci fosse un domani:

😍🍀 Il nostro ultimo vincitore michele Piccio aveva meno di 17 anni e come ha dichiarato non è idoneo per questo premio. Quindi ci accingiamo a premiare questo incredibile Range Rover Sports a qualcuno che Condividi questo post e commentare “grazie” qui sotto prima di 20.30h (y)
Come la nostra pagina per gli aggiornamenti”

E niente, non importa se nel post hanno ammesso platealmente di aver preso tutti per il culo. Non importa nemmeno se nel post ci sono più errori di grammatica che righe, visto che il testo è probabilmente il prodotto di un traduttore automatico. La regola (sbagliatissima) è sempre la stessa: “intanto condivido, non mi costa niente”.

La raccomandazione è sempre la stessa: non abboccate mai a operazioni di questo tipo. Neanche il cane muove la coda per niente.

i