di Deejay

L’oltraggio alla tomba di Galileo Galilei da parte dei nemici della scienza

Ha fatto molto discutere il mega assembramento dei No-Vax in Piazza Santa Croce a Firenze sabato 20 giugno 2020. Gli organizzatori sono stati recentemente denunciati.

La manifestazione, organizzata dal “Movimento 3V” ha visto assembrarsi migliaia di sostenitori, al grido di “no ai vaccini” e “no al 5G”.

Il tutto senza alcun rispetto delle norme di distanziamento anti Covid.

Ciò che è davvero un pugno nello stomaco, però, è il luogo che è stato scelto dagli organizzatori: la Basilica di Santa Croce, al cui interno vi è sepolto Galileo Galilei. 

 

Pensate che i nemici della scienza hanno la pessima abitudine a paragonarsi proprio a Galileo, perché “anche lui fu perseguitato perché diceva cose contrarie a ciò che allora veniva dato per assodato”. Peccato che Galilei fu colui che per primo introdusse formalmente quel metodo scientifico che oggi è proprio il loro peggior nemico. Per dire, anche Vanna Marchi fu perseguitata dalla giustizia per aver sostenuto che il suo sale fosse miracoloso, ma non credo basti per paragonarla a Galileo Galilei. Forse nemmeno lei avrebbe osato tanto.

Detestano la scienza “ufficiale”, come se della scienza esistessero più versioni. Confondono colpevolmente correlazione con causalità. Sono manovrati di abili menti che sanno come sfruttare le loro debolezze e la loro ignoranza, facendo loro credere di essere i più svegli di tutti.

Quanto al cartello “BASTA SCIENZA”, il più oltraggioso e il più emblematico di tutti, in molti si sono chiesti se fosse un fake photoshoppato. Abbiamo fatto altre ricerche che a nostro avviso dovrebbero dipanare ogni dubbio:

Questo è il 2020, signori! Mala tempora currunt…

 

 

 

i