di Deejay

Lello Ciampolillo, il senatore “free-vax” che ha salvato il Governo

Sostanzialmente sconosciuto ai più fino a qualche giorno fa, Lello Ciampolillo è un nome che nelle ultime ore è diventato virale, a causa del suo ritardo nella votazione per la fiducia al Governo Conte bis. La vicenda del suo ritardo, infatti, ha scatenato l’ironia della rete che ha prodotto anche numerosi meme a riguardo.

Chi è Lello Ciampolillo? 49 anni, barese, eletto nel 2018 col Movimento 5 Stelle, è successivamente passato al gruppo misto. Vegano (che non è ovviamente un demerito, ci mancherebbe), è noto da tempo per le sue posizioni che strizzano l’occhio al mondo no-vax. Un passato scelse un ulivo malato come sua “residenza parlamentare” per evitare che venisse abbattuto. “Negazionista” della Xylella, sostiene che per combatterla bastino “sapone e onde elettromagnetiche”. Il 20 gennaio 2021 è stato ospite della trasmissione radiofonica “La Zanzara”, su Radio24, condotta da Giuseppe Cruciani e David Parenzo (qui il link al suo intervento integrale), durante la quale ha rifiutato l’etichetta di “No-Vax”, definendosi piuttosto un “Free-Vax”, ovvero a favore della libertà di scelta, aggiungendo che

“Ad oggi ci sono delle evidenze di danni collaterali già pubblicate, paralisi facciali, ci sono anche delle morti”

Ha poi sostenuto che il vaccino non sia la soluzione per uscire dal Covid, ma che si debba puntare molto sulla cura e sul rafforzamento delle difese immunitarie, sostenendo anche che i vegani si difendono meglio dal Covid in quanto hanno le difese immunitarie quasi perfette. Guardando i post pubblicati dalla sua pagina facebook ufficiale, possiamo trovare ulteriori indirizzi dell’orientamento antivaccinista e no-mask del Senatore

Insomma, chi pensa che l’universo antivaccinista sia legato esclusivamente alle destra sovranista, dovrà ricredersi.

 

i