“Gli anziani vivono troppo e sono dannosi per l’economia: gli af si scatenano nei commenti

Lagarde

Lagarde, bufala e Coronavirus. Una dichiarazione manipolata scatena l’odio degli utenti. Capita spesso di pescare nel web contenuti nati per creare audience e disinformare, se poi questi vengono supportati da schiere di AF che, visto il post, non approfondiscono la questione, si crea il caos.

Una pioggia di cattiveria si è abbattuta su Christine Lagarde, avvocato e donna di politica che dal 2019 ricopre il ruolo di presidente della Banca Centrale Europea. Un gruppo di laureati su Facebook si è scatenato, augurando la morte a questa donna per quella dichiarazione lasciata in un’intervista di circa 8 anni fa e manipolata a piacimento dall’ideatore del post.

Abbiamo collezionato diversi commenti, andiamo a toccare un po’ tutte le tematiche:

  • ECONOMIA

Lagarde, stipendio

  • RAZZISMO
  • INCITAZIONE ALL’ODIO

E, ovviamente, poteva mancare la tematica sulla quale sono ormai tutti esperti? SANITÀ e CORONAVIRUS

 

Chiaramente sulla questione del Coronavirus è stato ulteriormente approfondito! Ma una domanda è arrivata da sola:

Cosa c’è di peggiore di un AF che incontra una fake news?

Semplice, un AF che incrocia una fake news e mette in correlazione le varie vicende che, fino a prova contraria, sono totalmente slegate tra loro. Come poteva mancare, dunque, una correlazione con il Coronavirus?

lagarde bufala e coronavirus

 

 

Prima di condividere qualsiasi porcata che ci viene rifilata dal web, da chi crea contenuti “acchiappa like” per un tornaconto personale o perché è un semplice AF, informatevi! Su questa dichiarazione manipolate ad hoc ha lavorato anche lo staff di Bufale.net. Ecco quanto scrive il caporedattore:

Come riporta NeXt Quotidiano, la frase attribuita a Christine Lagarde è una distorsione decontestualizzata di una dichiarazione riportata l’11 aprile 2012 sul Corriere della Sera sul tema dell’allungamento della vita media. Lagarde, piuttosto, disse:

Se la vita media nel 2050 si allungherà di 3 anni in più di quanto previsto oggi, il già ampio costo dell’invecchiamento della popolazione aumenterà del 50%.

 

i