di Deejay

La fake news di Laura Boldrini che vuole l’autocertificazione al femminile. Gli odiatori da tastiera fanno festa

Laura Boldrini è una una delle persone del mondo della politica italiana in assoluto più bersagliate dall’odio dei leoni da tastiera.

Numerose solo le bufale che la coinvolgono, parenti inventati, falsità inventate di sana pianta per screditarla. E ogni volta, puntualmente, migliaia di persone non si interessano minimamente di verificare la fonte della notizia. Commentano, condividono, si indignano, insultano pesantemente. Il post, pubblicato dalla pagina “Lega – Salvini Premier” è questo:

Il post, come riportato dagli amici di Bufale.net, si è rivelato una bufala. O meglio, come spesso accade, prende spunto da una frase completamente decontestualizzata e amplificata, estratta da un suo intervento al Talk Show radiofonico “Un giorno da pecora”, in onda su Rai Radio 1

Ecco la frase incriminata:

In questi giorni in rete è girata una polemica sull’autocertificazione, per molti è discriminatoria in quanto declinata solo al maschile. Lei se ne era accorta?

Non me ne ero accorta in quanto non l’ho utilizzata essendomi recata solo alla Camera.

Dal gruppo Non Una Di Meno propongono di mettere gli asterischi, lei cosa ne pensa?

Purtroppo ancora non scatta questo automatismo, ma ci arriveremo. Sono ottimista, non costa niente mettere “o/a” per evitare che qualcuno si senta escluso.

Come notato, Laura Boldrini non ha assolutamente parlato di priorità né di emergenza. Una sola frase, su un argomento che sappiamo essere a lei molto caro, estratta da un lunghissimo intervento.

Qui la risposta della stessa Laura Boldrini:

Volete vedere qualche commento? Sicuri sicuri?

Qui sotto, il post incriminato:

Le priorità della Boldrini……

Gepostet von Lega – Salvini Premier am Donnerstag, 2. April 2020

 

i