di Deejay

Infermiera sviene dopo aver ricevuto il vaccino contro il Covid – Cosa sappiamo

Editoriale / approfondimenti

Sta facendo il giro del mondo un video che documenta lo svenimento di un’infermiera 17 dopo che le era stata iniettata una dose di vaccino contro il Coronavirus. Si chiama Tiffany Pontes Dover, ed è un’infermiera trentenne che lavora presso il CHI Memorial Hospital di Chattanooga. Il video, che sta letteralmente facendo la gioia dell’immenso universo no-vax, viene condiviso come prova della pericolosità del vaccino. Abbiamo fatto una ricerca per andare un po’ più a fondo sulla vicenda, trovando degli elementi che tenderebbero ad escludere che il vaccino sia stata la causa diretta dello svenimento della donna. In questo articolo di Dailymail, abbiamo trovato queste informazioni:

Her colleagues insisted it had nothing to do with the vaccine.
Dover said afterwards that she felt fine and that she wasn’t surprised because it’s ‘normal’ for her to faint after getting an injection
‘It is a reaction that can happen very frequently with any vaccine or shot,’ said Dr. Jesse Tucker, Medical Director of critical care medicine at CHI Memorial, who also received the vaccine.
They did not explain why she was chosen to go on TV to get the injection if she knew she was prone to fainting.
The condition is known as Vasovagal Syncope.
It is the most common cause of fainting and triggers include pain, the sight of needles, intense heat, standing for too long and dehydration.

I suoi colleghi hanno insistito che non aveva nulla a che fare con il vaccino. “È una reazione che può verificarsi molto frequentemente con qualsiasi vaccino o iniezione”, ha affermato il dottor Jesse Tucker, direttore medico della medicina di terapia intensiva presso CHI Memorial, che ha anche ricevuto il vaccino.  Non hanno spiegato perché è stata scelta per andare in TV a fare l’iniezione se sapeva di essere incline a svenire. La condizione è nota come sincope vasovagale. È la causa più comune di svenimento e le cause scatenanti includono dolore, vista di aghi, calore intenso, stare troppo a lungo e disidratazione. 

L’articolo di DailyMail non sembra essere stato scritto “a senso unico”, anche perché all’inizio dello stesso hanno hanno scritto a chiare lettere: “Di chi è stata questa brillante idea”? Ovvero l’idea di portare davanti alle telecamere proprio una persona incline a svenire.

L’infermiera è successivamente tornata davanti alle telecamere per rassicurare il pubblico sul suo stato di salute, spiegando di essere affetta da tale condizione. Ovviamente i no-vax non le hanno creduto. Essendo il vaccino un farmaco, e come tutti i farmaci può produrre reazioni avverse, dovremo aspettarci altri episodi di questo tipo, che verranno tutti prontamente strumentalizzati. Sicuramente moriranno anche alcune persone anziane, magari per cause naturali, ma saranno episodi che gli esperti di Cherry Picking sapranno ben sfruttare.

i