di Deejay

“In Italia non è morto nessuno di Coronavirus” La secca replica dell’infettivologo Bassetti e le scuse della redazione di Notizie.it

Un articolo pubblicato da Notizie.it in queste ore è stato condiviso da moltissimi utenti:

Bassetti: “In Italia non è morto nessuno di coronavirus”

Lo stesso Prof. Bassetti, nella serata di martedì 4 maggio 2020, ha pubblicato questo post:

“QUESTO è un articolo FAKE. Questo sito è scandaloso.
Non ho mai concesso una intervista alla sig.ra Laura Pellegrini che riceverà nelle prossime ore una diffida a cancellare l’articolo da parte dei miei legali.
Tale articolo riporta in maniera errata dichiarazioni rilasciate ad altri giornalisti oltre 2 mesi fa ovvero nel febbraio 2020.
Questa giornalista dovrà rendere conto di aver riportato notizie false e decontestualizzate.”

La notizia è stata ripresa da altre testate giornalistiche. Oggi, aprendo il discusso articolo, possiamo trovare le scuse della redazione di Notizie.it

RETTIFICA: DICHIARAZIONI DI BASSETTI A FEBBRAIO

RETTIFICA: Il presente articolo, erroneamente ripubblicato in data 4 maggio, riporta dichiarazioni rilasciate dal dottor Matteo Bassetti a diverse testate in data 26 febbraio 2020. La pubblicazione dell’articolo da parte nostra è dovuta a un errore, di cui la testata si assume la responsabilità e si scusa: la corretta informazione è, infatti, il nostro primo obiettivo e siamo grati di poterlo fare in un momento così delicato. Notizie.it è una testata certificata anti fake news, e fornire la verità è la nostra missione ogni giorno.

Se oggi condividiamo l’articolo di Notizie.it, comparirà questa anteprima:

Purtroppo, se si condivide l’articolo a partire da una condivisione già esistente, rimarrà il vecchio titolo.

La nota di scuse della redazione di Notizie.it ci è apparsa sincera e questo episodio mette ancora una volta alla luce un aspetto che sottolineiamo sempre: verificare la data di una notizia è fondamentale. Fatelo sempre prima di condividere qualcosa e questo fatto dimostra che è un errore in cui possiamo incappare tutti per distrazione. Un aspetto che è diventato ancor più fondamentale in quest’ultimo periodo dove dichiarazioni, fatti, opinioni e conoscenze possono subire incredibili trasformazioni nel giro di pochi giorni.

 

i