di Deejay

Il post contro la “lobby del pasticciotto” di cui in molti non hanno colto l’ironia

Un nostro follower ha voluto condividere con noi un’esperienza alquanto surreale: ha scritto un post palesemente ironico per prendere in giro i complottisti, ma in molti non lo hanno capito e hanno iniziato a insultarlo. Ecco il post col quale l’autore del post ironico ha raccontato l’accaduto:

Vi spiego cosa è successo ieri.
Qualcosa di incredibile.

Ho scritto un post del tutto ironico e sarcastico per “denunciare” il complottismo ed invitare le persone ad avere un atteggiamento critico e sano nei confronti della realtà. Lo avevo fatto prendendo in esame un pasticciotto, creando storie assurde e surreali per spiegare le motivazioni per le quali io non lo avrei più mangiato.

Ho scritto una marea di cazzate, palesi ed evidenti. Ma non per tutti.

In poco meno di un’ora il post è arrivato su alcuni gruppi, nei quali hanno iniziato a riempirmi di insulti (vedi foto, ne ho messi alcuni) sino ad augurarmi la morte. Parliamo di persone che hanno pensato che io fossi serio ed addirittura hanno etichettato questa teoria con la “LOBBY DEL PASTICCIOTTO”. (mentre lo scrivo ancora rido).

A quel punto, ho dovuto specificare alla fine del post che si trattasse di una goliardata ironica e sarcastica per stoppare la catena dell’odio che si era messa in moto. Assurdo.

Adesso, ho delle considerazioni.

1) Appena sarà passata la pandemia l’Italia dovrà risolvere il problema dell’analfabetismo funzionale. Si tratta di quella incapacità di usare in modo efficace le abilità di lettura, scrittura e calcolo nelle situazioni della vita quotidiana; si traduce quindi in pratica nell’incapacità di comprendere, valutare e usare le informazioni dell’attuale società (ndr). Secondo una ricerca dello Human Development Report il 47% degli italiani lo sono. Ora capite come è facile per le forze politiche muovere i fili di questi burattini?

2) il cyberbullismo è ancora un tema preso molto alla leggera. In questo caso sono stato in grado di reagire con ironia e di farmi anche una risata. Ma non tutti reagiscono così. C’è gente che sta veramente male ed in certe occasioni arriva a compiere gesti estremi. Bisogna denunciare sin da subito. Senza avere paura. La legge entrata il vigore il 18 giugno 2017 lo permette. Fatelo.

È ora che lo Stato si prenda carico di questa situazione surreale. Perché se è vero che metà dei suoi cittadini sono analfabeti funzionali ne va di mezzo il futuro del nostro Paese: poiché significherebbe non avere la capacità di comprendere i problemi reali e prendere decisioni sbagliate nelle urne.

Insomma, un post in cui l’ironia era evidente e la cosa dovrebbe essere stata chiara anche a chi ha il senso dell’umorismo di uno scaldabagno, eppure più di qualcuno ha commentato il post con indignazione. Ecco alcuni screen, raccolti dall’autore stesso del post che senza volerlo si è cacciato in un bel pasticcio(tto).

i