di Deejay

“Il poliziotto è un attore!” – Per qualcuno la morte di George Floyd è un falso

Dopo la morte di George Floyd, i complottisti di tutto il mondo non hanno tardato a divulgare le loro stravaganti teorie. Anche tra i complottisti nostrani c’è chi ha sostenuto che sia stata una messinscena. Tra questi, spicca il tweet di Alessando Meluzzi, conosciuto come opinionista sovranista, ma con la propensione al complottismo sempre più estremo. Conosciuto anche come “Noi Alessandro Primo, al secolo Alessando Meluzzi Primate della Chiesa Ortodossa Italiana Autocefala, Antico Orientale“, come potrete sentire dal secondo 00:25 di questo video tratto dalla trasmissione radiofonica “La Zanzara” di Giuseppe Cruciani e David Parenzo:

Noi Alessandro Primo, al secolo Alessandro Meluzzi Primate della Chiesa Ortodossa Italiana Autocefala, Antico Orientale – La Zanzara 12.5.2020

Noi Alessandro Primo,#primaedopo, "prima l'uno e poi l'altro" al secolo Alessandro Meluzzi Primate della Chiesa Ortodossa Italiana Autocefala, Antico OrientaleDalla puntata de #LaZanzara del 12 maggio #MauroDaMessina #Pope #SilviaRomano

Gepostet von Zanzara Republic am Sonntag, 17. Mai 2020

 

Nel suo profilo, oltre al tweet di cui vi stiamo per parlare, vi sono diversi retweet incentrati su diversi argomenti molto cari ai complottari, dal Nuovo Ordine Mondiale, ai vaccini, fino ad arrivare al 5G.

“Il vero nome del pseudopoliziotto cool e mano in tasta è Ben Raley, è un attore, e tutto era stato preprogrammato per creare uno stato di emergenza negli Stati Uniti!!!”

Le risposte al tweet di Meluzzi si dividono tra chi lo critica aspramente e tra chi invece lo appoggia, aggiungendo altro “materiale” a supporto della sua tesi del false flag:

Scorrendo il suo profilo possiamo trovare molti altri tweet e retweet simili:

 

 

 

 

 

 

i