di Deejay

I NO-5G ci tengono così tanto alla salute che propongono di scendere in piazza violando le regole

Ci hanno segnalato questo post, apparso nel gruppo NO5G ITALIA GRUPPO ATTIVISTI:

Credo che sia arrivata l’ora di scendere in piazza. Ci multeranno? Pazienza, ci penseremo dopo, ora l’importante e’ fare del nostro meglio per fermare il 5G e protestare contro il taglio dei boschi.

Suggerisco di organizzare qualcosa: stabiliamo un giorno e un’ora precisa in tutta Italia e ognuno nel proprio paese vada in piazza con chiunque voglia partecipare, filmiamo il tutto in live e pubblichiamo su Facebook. Ripetiamo qualche giorno dopo. Siamo pochi? Non importa se lo facciamo tutti allo stesso momento e filmiamo tutto.
L’importante e’che cominciamo una Resistenza concreta, non solo su Facebook.

Io sono in Toscana zona valdarno, Montevarchi-Terranuova e ci sono.
Se siete in zona contattatemi.

Chi si trova altrove e se la sente faccia un post del genere e raggruppi qualcuno. Poi stabiliamo un giorno.

Chi altro c’e?

Chi altro c’è? Speriamo una bella macchina dei Carabinieri che vi faccia passare la voglia di scrivere queste stronzate.

Oltre ad essere orgogliosi della loro abissale ignoranza, sostengono che il 5G faccia male alla salute, quindi cosa fanno? Propongono di creare assembramenti in barba alle norme di contenimento per il Coronavirus, mettendo a rischio la salute di tutti.

Dannati geni!

Ecco, per esempio

 

Non è l’unico post delirante presente in quel gruppo. Ci sono altri inviti più o meno velati a uscire di casa senza un valido motivo

i