di Deejay

Covidioti anti 5G danno fuoco a un’antenna a servizio di un ospedale Covid a Birmingham

Quando l’ignoranza e le fake news possono trasformarsi in qualcosa di estremamente pericoloso.

Abbiamo dato più volte dato notizia di atti vandalici perpetrati ai danni di installazioni 5G nel Regno Unito e in Olanda. Per ora in Italia non si registrano atti analoghi, ma si registrano atti di autentica esultanza da parte dei coglioni no-5G nostrani.

L’ultima “impresa” dei coglioni (e criminali) anti 5G d’oltremanica, riguarda il danneggiamento di un’antenna a servizio di un ospedale di emergenza Covid nel Regno Unito, a Birmingham, creando disagio ai pazienti che non possono stare vicino ai loro cari.

Al momento, nel Regno Unito, si registrano ben 40 attacchi ad impianti di telefonia mobile, che rischiano di creare seri problemi a una rete internet già messa a dura prova durante questa emergenza, e che è l’unico strumento per poter comunicare coi nostri cari, fare lezioni a distanza e, laddove sia possibile, lavorare in modalità smart.

Fonte: “The Guardian”

La notizia è stata ripresa da molte testate internazionale, tra cui The Guardian, che dà notizia anche dei primi arresti relativi ad altri atti vandalici perpetrati nel Regno Unito.

Inoltre, come se non bastasse, nella schiera dei Covidioti hanno iniziato ad “arruolarsi” anche dei vip, come Amanda Holden, giudice di Britain’s got talent.

i