di Deejay

Con la zona gialla arriva il maltempo, ma per qualcuno è tutto programmato

Purtroppo, sembra davvero che non ci sia proprio pace per i ristoratori: dopo un weekend in arancione con temperature quasi estive, nel primo giorno di zona gialla in gran parte del Paese, si è registrato un generale calo delle temperature e nei prossimi giorni si prevedono precipitazioni. Insomma, non proprio un clima ideale per consumare cibi e bevande all’aperto, che è l’unica modalità attualmente prevista dal decreto governativo per poterlo fare. Una coincidenza davvero sfortunata, tant’è che molti ristoratori l’hanno presa con ironia, pur se amaramente, scherzandoci sopra a mezzo social. Per qualcuno, però, non si è affatto trattato di una semplice coincidenza: miscelando sapientemente complottismo sul covid e antichi cavalli di battaglia complottari, come le scie chimiche, alcuni si dicono certi che il maltempo sia stato programmato ad arte dai poteri forti, pur di impedire ai ristoratori di svolgere il loro lavoro. Sono infatti sbucati alcuni commenti come quelli che vi andiamo a proporre:

“Ma chiaramente il popolino crederà che è causa di semplici eventi naturali..non certamente modifica climatica da geoingegneria tramite aerei cisterna…”

i