Il comune leghista blocca il corso di nuoto per i migranti. E gli Analfabeti Funzionali esultano

L’edizione online de La Stampa di Novara riporta la seguente notizia: “Novara, il Comune leghista blocca il corso di nuoto per migranti. Il capogruppo del Carroccio esulta su Fb. Il progetto di Csi e cooperativa Pollicino doveva partire questa mattina con 8 richiedenti asilo. L’assessore: <<Solo la scuola di nuoto comunale può fare i corsi>>

Il titolo è sicuramente fuorviante ma la successiva dichiarazione dell’assessore, riportata in virgolettato, fuga tutti i dubbi. Nessun atto di razzismo o discriminazione. Il corso per i migranti era stato organizzato da una cooperativa, mentre, secondo un delibera adottata dalla giunta, solo la scuola di nuoto comunale può organizzare corsi presso quel Centro Sportivo. La cooperativa può comunque iscrivere i ragazzi ai corsi di nuoto comunali.

Fine della questione. E’ stato il capogruppo leghista, Matteo Marnati, a metterla sul piano politico, parlando di discriminazione verso i cittadini italiani.

Leggendo l’articolo, si capisce chiaramente che la politica non c’entra nulla. Il titolo ambiguo, però, adesca gli Analfabeti Funzionali, che si fermano lì per trarre le loro conclusioni. Cominciano i soliti “per i migranti sì e per gli italiani no” sparati in tutte le salse e alternati da ingiustificata soddisfazione e veemente rabbia nei confronti dei giovani e privilegiati migranti che non hanno più messo piede in piscina.

E, come al solito, si scade nel grottesco: