di Deejay

Che problemi hanno quelli che ridono sotto le notizie sul Coronavirus?

Molti di voi lo avranno notato e si tratta di qualcosa di estremamente fastidioso e oltraggioso, specie se l’articolo dà anche notizia di numerosi decessi a causa di SARS-CoV-2. Ormai è diventata una costante: sotto ogni articolo sull’argomento Covid, di qualsiasi giornale online, noteremo puntualmente un gruppuscolo più o meno folto di eroi che, evidentemente, trovano la cosa divertente e reagiscono con la reaction “Ah Ah”.

Qualcuno si giustifica asserendo di ridere non per i morti ma per i titoli eccessivamente allarmistici dei giornali. Su questo possiamo discutere, anzi, anche noi abbiamo sottolineato come certi titoli possano alla lunga produrre danni pari o superiori a quelli prodotti dalle fake news. Tuttavia, specie dove si parla di morti, riteniamo che quel tipo di reaction sia assolutamente inappropriata.

È ragionevole ipotizzare che la maggior parte di coloro che ridono siano persone che negano o che minimizzano l’impatto del virus, magari soggiogati dai numerosi propugnatori di fake news sull’argomento, che poi di solito sono gli stessi che propugnano fake news su un ampio spettro di argomenti. Insomma, i soliti noti e ignoti che sanno come far presa su persone che vivono nella ferma convinzione di ragionare “fuori dal gregge” e che non si rendono conto di essere parte integrante di un altro gregge. Speriamo non troppo folto.

Ecco alcuni esempi di ciò di cui stiamo parlando, prelevati rapidamente e senza fatica scorrendo la home di Facebook:

 

i