di Deejay

Cari No-Vax: volevate un mondo senza vaccini? Eccovi un mondo senza vaccino!

Basterebbe il titolo di questo articolo per per far redimere anche il no-vax più convinto.

Tutto il mondo sta attraversando il più grande cataclisma dall’ultimo dopoguerra. Quasi tutto il globo è il Lockdown, imprese ferme, posti di lavoro persi e chissà quanti se ne perderanno ancora. Le azioni di contenimento solo l’unica arma a nostra disposizione e siamo consapevoli che possono solo rallentare il contagio per consentire alle strutture sanitarie di prendere fiato e di non collassare, oltre che a dar modo agli scienziati di tentare di trovare una soluzione.

Eppure, non abbiamo altra scelta: prendere tempo per poter dar modo di trovare una cura efficace ma, soprattutto, un VACCINO.

Già, mai come ora stiamo riponendo tutte le speranze nella parola “vaccino”, sperando che i ricercatori riescano a dare il meglio di loro, e consapevoli dei lunghi tempi legati alla messa in produzione su larga scala dello stesso.

Siamo tutti consapevoli che un vaccino sarebbe l’unica concreta speranza di tornare veramente alla vita normale, compresi ammassamenti, abbracci, concerti, aperitivi affollati, mercati, fiere, discoteche, turismo, relazioni sociali ravvicinate in genere.

Un attimo, ho detto  “tutti”?

Non proprio.

Se qualcuno di voi sperava che questa epocale catastrofe avrebbe quantomeno avuto il merito di far cambiare idea ai no-vax, sappia che si stava sbagliando di grosso.

Di seguito, qualche esempio di autentici deliri antivaccinisti.

 

Il post copia-incolla più gettonato

 

Il virologo sgrammaticato

 

Questo mi pare di conoscerlo

 

Non può ovviamente mancare la correlazione tra vaccini e 5G:

i