di Deejay

Vogliono incendiare le antenne delle telefonia mobile rischiando di fare collassare la rete in nome della pseudoscienza

Si dice che l’Italia sia nella top ten delle Nazioni con una più alta percentuale di analfabeti funzionali.

Eppure, se questo vi può consolare, c’è chi non è messo meglio di noi.

Sta rimbalzando nel web la notizia di una scellerata iniziativa, nel Regno Unito, di bruciare le antenne 5G, a causa della diffusione di fake news riguardanti l’argomento.

Crediamo che chi compie certe azioni non sia nemmeno in grado di distinguere un’antenna 5G da una Bts 4G/3G/2G.

Certe azioni sconsiderate, amplificate dalla rete che loro stessi vogliono distruggere, rischiano di creare seri problemi a quelli già ben noti di saturazione della rete in questo momento di emergenza Covid-19.

Riportiamo un estratto di un articolo di corrierecomunicazioni.it

E la questione è andata ben oltre i confini del Web: numerosi gli atti vandalici nell’area di Birminghan e nel Merseyside, che hanno provocato seri danni alle antenne di telefonia mobile mettendo a rischio peraltro la connettività in un momento in cui è necessario garantirla per consentire a molte aziende di continuare a operare in modalità smart working e a milioni di cittadini di poter accedere alla rete e di comunicare via cellulare.

 

Abbiamo cercato riscontro anche all’interno di testate internazionali, trovando del materiale in un articolo di Sky News UK 

Ecco uno screen, tratto da quell’articolo, che ci fa capire quanto non siamo soli nel mondo quanto a imbecillità:

La pagina che ha pubblicato questo post è stata prontamente rimossa. Altre testate, come CNBC, danno conferma di diversi atti vandalici ai danni di torri per la telefonia mobile, messi in atto nel Regno Unito. 

Non solo: si segnalano episodi di molestie ai danni di tecnici che stanno posando la fibra per il 5G. In questa clip, una donna chiede ai tecnici perché stiano lavorando, affermando che “il 5G uccide”

Per chi pensa che, almeno una volta, qualcuno sia riuscito a fare peggio di noi italiani, ecco una doccia fredda.

Circola un video, girato presumibilmente a La Spezia. In questo video si vede bruciare quella che sembra una torre per la telefonia mobile. Non si capisce se l’incendio sia doloso, se la torre sia bruciata a causa di un altro incendio. Quello che conta è che i commentatori, convinti che si tratti comunque di un attentato a un’antenna 5G, sembrano aver fatto a gara per vedere chi avrebbe scritto il commento più squallido:

 

 

E bravi i complottisti che sognano un nuovo Medioevo. A voi la rete andrebbe proprio tolta, almeno la finireste di fare danni!

 

i