Il bacio tra Di Maio e Salvini e il malinteso di Simona Ventura che si traduce in Analfabetismo Funzionale

Proprio nel giorno dell’apertura della XVIII Legislatura, ecco apparire a Roma due murales. Il primo ritrae Giorgia Meloni con una bambina di colore in braccio, il secondo i due leader politici Luigi Di Maio e Matteo Salvini in un bacio appassionato. Entrambi i lavori sono opera dell’artista di strada palermitano TvBoy. Al momento in cui si scrive, i murales sono già stati rimossi.

Non ha subito però la stessa fine un post di Simona Ventura su Instagram scritto dalla n0ta conduttrice poco dopo la scoperta di questi murales. Con piglio veemente, la Ventura scrive: “Stanotte, qualche ‘buontempone‘, ha fatto questo murale pensando di insultare @luigi.di.maio e @matteosalviniofficial, raffigurando un loro bacio. Tra le miserie del nostro ‘bel’ (!) paese, c’è ancora chi giudica le persone per quello che combinano nelle loro camere da letto… io le giudico per come fanno il loro lavoro, se sono delle PERSONE PER BENE e se fanno il bene della nostra comunità. E tu, che hai speso il tuo tempo nel tentativo di offendere un’idea, sappi che hai ottenuto l’esatto CONTRARIO. Usa il tuo talento in maniera migliore.”

E’ evidente la decodifica aberrante operata dalla conduttrice. Il murale del bacio tra Di Maio e Salvini voleva essere un evidente omaggio ad un’altra opera, quella dell’artista sovietico Dmitri Vrubel che ritrasse il bacio (realmente avvenuto) tra Erich Honecker e Leonid Brezhnev, rispettivamente leader dell’allora Germania Est e Unione Sovietica, sul lato est del Muro di Berlino. Vrubel accompagnò il murale con la seguente didascalia: “Dio mi aiuti a sopravvivere a questa storia d’amore mortale.

L’intento politico era evidente. Il bacio divenne l’icona di una politica indesiderata e repressiva, sorpassata grazie alla caduta del muro di Berlino.

L’opera di TvBoy è un tentativo altrettanto iconico per sottolineare il possibile inciucio politico tra i due leader che si candidano a governare il Paese. L’omosessualità non c’entra nulla. Eppure, commettendo un errore tipico dell’Analfabeta Funzionale, la Ventura decide di commentare il murale senza prima documentarsi sui fatti.

E gli utenti non tardano a prenderla in giro:

i