Arriva il nuovo vaccino antinfluenzale a si scatena l’indignazione dei Novax

La pagina Facebook ufficiale di Cittadinanzattiva condivide il seguente post: “Arriva il primo freddo e con esso l’influenza. Non farti beccare, fatti il vaccino e #Rompilatrasmissione. Sono gratuiti per chi soffre di una malattia cronica, indipendentemente dall’età, agli over 65 e alle donne in gravidanza al 2° o 3° semestre. Scopri come fare“.

Ogni anno c’è infatti la possibilità – per chi ne ha bisogno – di vaccinarsi contro l’influenza stagionale. Non è obbligatorio e non è pericoloso. Nel messaggio non è indicato nulla che possa far pensare ad uno sterminio di massa o ad una imposizione governativa.

Eppure i Novax fiutano ovunque l’odore della parola “vaccino”. Senza ovviamente entrare nel merito delle loro battaglie, si sottolinea solo quanto, a volte, possa essere precipitoso il commento di chi, per partito preso, è portato a negare una determinata cosa o a vederci solo il male. Ricordiamo – a titolo informativo – che tutti i vaccini immessi sul mercato vengono rigorosamente testati. Sul sito ufficiale della Angelini sono anche riportati i casi in cui non bisogna vaccinarsi contro l’influenza. Fare il vaccino è sconsigliato a:

  • chi è allergico alle proteine dell’uovo o ad altri componenti del vaccino;
  • nei neonati e nei bambini, a meno che non siano presenti serie malattie;
  • alle persone che a dosi precedenti hanno sofferto di anafilassi, una grave manifestazione allergica.

Nessun complotto quindi, basta leggere attentamente le controindicazioni. Cosa che molti Novax sembrano non fare:

i