di Deejay

Anche nella confusione intorno al Covid, domani non inizierà nessuna regola di Facebook!

Davvero domani inizierà la nuova regola di Facebook secondo cui le nostre foto possono essere usate? Assolutamente no!

Ci risiamo: una delle bufale più virali e longeve del web è tornata a fare capolino nelle nostre home. E tanta gente è disposta a condividerla (anzi a copiarla e incollarla sennò non vale) perché “non si sa mai”. Ecco la nuova ennesima versione, che potremmo definire la “variante Covid”, come quando si parla di SARS-CoV-2, tanto ormai siamo tutti espertoni di Covid sul web, no?

Nella confusione intorno al Covid 19,
non dimenticate che domani inizia la nuova regola su Facebook secondo cui le nostre foto possono essere usate. Ricordate che la scadenza è oggi. Possono essere usate in cause legali contro di noi. Tutto quello che abbiamo pubblicato oggi diventa pubblico, anche i messaggi cancellati. Non ci vuole nulla a fare un semplice copia e incolla: meglio al sicuro che dispiacersi.
“Non permetto a Facebook né a nessuna formazione relativa a Facebook di usare le mie foto, informazioni, messaggi o post, sia del passato che in futuro”. Con questa dichiarazione, do una notifica
Nota: “Facebook” ora è un’entità pubblica. Tutti i membri dovrebbero pubblicare una nota come questa.
Se preferisci, puoi copiare e posizionare questa versione. Se non pubblicate la dichiarazione almeno una volta, consentirai silenziosamente l’uso delle tue foto e le informazioni contenute negli aggiornamenti dello stato del profilo. Non ” condividi “, ma ” copia+incolla “.
Il loro nuovo algoritmo sceglie le stesse persone -intorno alle 25- che leggeranno i tuoi post.
Per questo:
Tieni giù il dito ovunque in questo post e verrà fuori copia. Clicca su Copia, poi vai sulla tua pagina, inizia un nuovo post e metti il dito ovunque nel campo vuoto. Incolla verrà fuori e ci clicchi sopra.
Questo bypasserà il sistema.
Non permetto a Facebook di condividere nulla di mio che ho messo sul loro sito web. Foto, attuali o passate, post, numeri di telefono o e-mail… assolutamente nulla può essere usato in nessuna forma senza il mio permesso scritto o contenuti verbali

Ne avevamo già parlato a Marzo 2020, ma sono anni che questa fantomatica regola di Facebook inizia all’indomani di ogni santo giorno. Prima di abboccare, una persona dotata di un minimo di intuito dovrebbe capirlo. Questa versione, inoltre, fa pure un mix con un’altra storica bufala relativa a Facebook: quella dei “25 amici”. Due storiche fake news sul famoso social, tutte insieme, appassionatamente.

Come sempre, a poco vale farlo notare all’amico di turno che l’ha postata: “condivido, non si sa mai”, “questa è la mia bacheca, faccio quello che voglio”, “è arrivato il professorone”. Queste sono le tipiche risposte che riceverete. Ammesso che riusciate a leggerle, perché spesso preferiscono bloccarvi.

i