di Deejay

Anche il sindaco di Cadoneghe firma un’ordinanza contro il 5G: l’ennesima vittoria delle fake news

ORDINANZA STOP 5G, I CITTADINI NON SONO CAVIE

“Ho appena firmato un’ordinanza che vieta l’installazione sul territorio comunale di impianti con tecnologie 5G e sue varianti (4G+, 4GPlus, 4G Evoluto), e sospende tutti i procedimenti amministrativi in corso per le relative autorizzazioni.

Non siamo contrari a prescindere a questa nuova tecnologia, ma la sperimentazione non può essere calata sui territori senza informare le popolazioni interessate, in mancanza di una discussione e di un voto democratico, nonché di un approfondito dibattito pubblico sul tema (finora completamente assente sia a livello nazionale che locale). Non è così che si decide del futuro di noi tutti.

Soprattutto, non è ammissibile l’impiego di nuove tecnologie in mancanza di studi scientifici definitivi, che stabiliscano oltre ogni ragionevole dubbio la loro sicurezza dal punto di vista della salute, oltre che della protezione dei dati personali. I cittadini non sono cavie.”

Così ha scritto, su facebook, Marco Schiesaro, il Primo Cittadino di Cadoneghe (PD), in un post a corredo di un lungo video che troverete alla fine del nostro articolo.
E così ci troviamo di fronte all’ennesimo sindaco che cede alle lusinghe della non scienza per far contenta la pancia del popolo. Del resto, basti guardare i numerosi commenti al post che troverete in fondo a questo articolo per capire quanto lo scagliarsi contro il 5G sia ormai una sorta di rigore a porta vuota per creare consenso tra un popolo ormai sempre più in balia delle fake news.
Quello del sindaco di Cadoneghe (PD) non è un caso isolato.  Abbiamo già parlato di casi simili e nelle ultime ore si registrano numerose, troppe iniziative simili da parti di altri Primi Cittadini un po’ in tutto lo Stivale.
Parlano di corretta informazione e sono in primi a fare disinformazione, perché se le fake news vengono legittimate da un’Istituzione, la cosa è ancor più grave. 
“La scelte devono essere sempre fatte dal popolo”. Eh no, non è sempre così. Specie se è lo stesso popolo che, per esempio, ha creato casini perché ha scambiato un’antenna 4G Iliad per un’antenna 5G .
Il Sindaco Schiesaro si spinge anche oltre, includendo anche la tecnologia 4G+, che è probabilmente la stessa con la quale ha pubblicato il sui video su Facebook. Pensare che, circa 10 anni fa,  c’era anche chi si batteva contro il 4G. Saranno mica gli stessi che oggi usano il telefono 4G per indignarsi del 5G?
Tra i vari commenti esultanti:
Elisa: Complimenti Sindaco spero tanto che anche gli altri possano seguire i Suoi passi per il bene comune perché non c’è cosa più preziosa che tutelare la salute di tutti!
Piergiorgio: Complimenti per la scelta, il problema purtroppo resta, le antenne 5G possono essere nascoste ovunque, lampioni, telecamere, centraline telefoniche.. per finire nelle abitazioni private nei nuovi apparecchi elettronici tv e Wifi… bisognerebbe attivare un’ente preposto che controlli tutto questo…
Micaela: Ne ero terrorizzata!!! Lei ogni giorno mi rende orgogliosa di essere Italiana!! Fossero tutt come Lei, le cose andrebbero molto meglio. Complimenti di cuore.
Andrea: Grazie! Sindaco per aver accolto e condiviso le preoccupazioni dei propri concittadini. Un bel regalo in un momento difficile. 

Qui sotto il post originale, col video e tutti i commenti:

ORDINANZA STOP 5G, I CITTADINI NON SONO CAVIE

Ho appena firmato un'ordinanza che vieta l'installazione sul territorio comunale di impianti con tecnologie 5G e sue varianti (4G+, 4GPlus, 4G Evoluto), e sospende tutti i procedimenti amministrativi in corso per le relative autorizzazioni. Non siamo contrari a prescindere a questa nuova tecnologia, ma la sperimentazione non può essere calata sui territori senza informare le popolazioni interessate, in mancanza di una discussione e di un voto democratico, nonché di un approfondito dibattito pubblico sul tema (finora completamente assente sia a livello nazionale che locale). Non è così che si decide del futuro di noi tutti. Soprattutto, non è ammissibile l'impiego di nuove tecnologie in mancanza di studi scientifici definitivi, che stabiliscano oltre ogni ragionevole dubbio la loro sicurezza dal punto di vista della salute, oltre che della protezione dei dati personali. I cittadini non sono cavie.

Gepostet von Marco Schiesaro – Sindaco di Cadoneghe am Freitag, 17. April 2020

Aggiornamento del 20/04/2020: Il Sindaco non demorde e rilancia:

Non è un NO al progresso e all’ avanzamento tecnologico. È una sospensione dell’impiego della TECNOLOGIA 5G e sue…

Gepostet von Marco Schiesaro am Sonntag, 19. April 2020

i