Home / Analfabetismo funzionale / Un utente pubblica una foto di un panorama e subito i cospirazionisti ci vedono le scie chimiche e lo attaccano

Un utente pubblica una foto di un panorama e subito i cospirazionisti ci vedono le scie chimiche e lo attaccano

La pagina Facebook NuovoCadore pubblica la bella foto di un panorama accompagnata da una semplice dicitura: “Adesso in centro Cadore”. L’autore del post non si era probabilmente accorto che nella foto erano visibili delle scie nel cielo. Scie bianche che i cospirazionisti amano definire “chimiche”. Ed ecco che una semplice foto senza alcun intento se non quello di divulgare al popolo dei social un bellissimo squarcio di una vallata nel Cadore, diventa l’ennesima prova dell’esistenza delle famigerate scie chimiche.

I commenti diventano così insistenti che persino l’admin della pagina è costretto ad intervenire, specificando il vero intento del post al fine di evitare malintesi: “Precisazione dovuta: “Adesso in centro Cadore” è l’unica didascalia che abbiamo scritto riguardo questa foto. Tutto il resto lo state facendo voi nei commenti. Nessuno del nostro staff ha parlato o scritto di scie chimiche, di possibile fumo proveniente dall’incendio nell’agordino, di inquinamento atmosferico, di polveri sottili o chissà cos’altro. Ci siamo limitati a pubblicare una foto con scritto “Adesso in centro Cadore”. Ognuno può vederci quello che vuole. Non attribuiteci dichiarazioni che non abbiamo mai fatto. Grazie.

La famosa distorsione del significato operata dagli Analfabeti Funzionali. Il messaggio sarà servito a qualcosa? Avrà evitato l’onda di commenti sui complotti contro l’umanità. Da quel che si legge, pare proprio di no:

LEGGI ANCHE  La furia degli Indignati si fa sentire anche contro gli ex presidenti: Napolitano dimesso dall'ospedale genera il rammarico degli utenti

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi sostenerci su Patreon o su PayPal, va bene anche una donazione minima come il costo di una grappa!

About Giuseppe

Check Also

Roberto Burioni, AF tentano di metterlo in difficoltà ma finiscono al tappeto

Se c’è una cosa che il virologo Roberto Burioni sa benissimo è che su Internet devi …

Lascia un commento