Un radar italiano scopre un lago sotterraneo su Marte. Per gli Analfabeti Funzionali si tratta solo di soldi e tempo sprecati

La pagina Facebook ufficiale di Ansa.it condivide il seguente articolo: “Scoperto su Marte un lago sotterraneo di acqua salata. Con un radar italiano, a un chilometro e mezzo sotto i ghiacci. Ha tutti i requisiti per la vita“. Aprendo l’articolo, si legge: “Ha tutti i requisiti per ospitare la vita, il grande lago sotterraneo scoperto su Marte dai ricercatori italiani che hanno utilizzato i dati del radar Marsis, a bordo della sonda europea Mars Express. Esiste da molto tempo, ha acqua liquidasali ed è protetto dai raggi cosmici: questi, dicono gli autori della ricerca, sono elementi che potrebbero far pensare anche a una nicchia biologica.”

Una scoperta sensazionale, perché “C’è stato un tempo in cui Marte era abitabile, con un clima simile alla Terra, ma nel tempo il pianeta ha perso la sua atmosfera e con essa l’effetto serra che riscaldava, e di conseguenza l’acqua è ghiacciata e poi è scomparsa. Restavano i segni lasciati dalla presenza dell’acqua, ma restava da capire dove fosse finita e capire dove andare a cercarla“.

Dunque, un tempo il pianeta rosso era abitabile. Vita su Marte, non più soltanto una canzone di David Bowie. E la possibile consapevolezza di non essere stati soli nell’universo. Una scoperta incredibile la cui portata, però, viene perentoriamente ridimensionata dagli Analfabeti Funzionali, i quali riescono solo a vederci una perdita di soldi e di tempo:

LEGGI ANCHE  I post sgrammaticati: quando l'analfabetismo funzionale diventa un'arma a doppio taglio

Leave a Reply

LIKE SE NON SEI UN ANALFABETA FUNZIONALE

Se lo sei non leggerai questo avviso .