Home / Analfabetismo funzionale / Il terremoto di Amatrice innesca indignazione e populismo a buon mercato

Il terremoto di Amatrice innesca indignazione e populismo a buon mercato

Sappiamo ormai che quello dell’indignazione è un fenomeno diffuso e amato dagli Analfabeti Funzionali. Altrettanto bene sappiamo come fare a generare questa indignazione: qualche immagine forte, un po’ di populismo e il gioco è fatto. A volte si diventa generatori di indignazione a propria insaputa. Sono quei casi in cui il post su Facebook viene totalmente frainteso dal popolo del web.

Nella fattispecie, non sappiamo quale fosse l’intento di ImolaOggi.it quando ha pubblicato sulla propria pagina Facebook, in data 26/02/2018, un’immagine di Amatrice dopo il terremoto e invasa dalla neve, accompagnandola con la seguente didascalia: “I risultati del pareggio di bilancio nella Costituzione. Scenario post bellico persistente e conti in ordine. “L’europa” e gli “europeisti” soddisfatti. Siete al freddo e al gelo? Ci vuole +Europa…”

Quel che sappiamo per certo è che l’immagine risale a più di un anno fa (gennaio 2017). Probabilmente oggi le cose sono un po’ cambiate ad Amatrice. Sicuramente ci saranno ancora vittime del terremoto costrette a vivere in condizioni difficili. Ma perché fare un post con immagini non attuali, riaprendo così vecchie ferite?

Viene da pensar male. Sicuramente il post ha l’effetto che noi conosciamo sugli utenti, i quali, da una tragedia, riescono a tirare in ballo le banche, la pace in Israele, gli immancabili profughi, improvvisate lezioni di economia e addirittura il processo di Norimberga. Tutto questo per qualche condivisione? Speriamo di no.

LEGGI ANCHE  Le nuove (false) dichiarazioni di Macron contro l'Italia che indignano gli Analfabeti Funzionali

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi sostenerci su Patreon o su PayPal, va bene anche una donazione minima come il costo di una grappa!

About Giuseppe

Check Also

Roberto Burioni, AF tentano di metterlo in difficoltà ma finiscono al tappeto

Se c’è una cosa che il virologo Roberto Burioni sa benissimo è che su Internet devi …

Lascia un commento