Scritta omofoba sullo scontrino, per gli Analfabeti Funzionali è solo una goliardata

La pagina Facebook ufficiale di TgCom24 condivide il seguente articolo: “Un preconto con una scritta che con tutta probabilità non doveva finire nelle mani dei clienti, ma che è comunque arrivato loro, lasciandoli sconcertati…“. Aprendo l’articolo, si legge: “Brutta avventura per una coppia gay di ventenni che si è recata in un ristorante in zona San Giovanni, a Roma, per cena, come denuncia il Gay Center. I due hanno ordinato dei primi, chiedendo di sostituire dalla carbonara il pecorino con il parmigiano. Il cameriere prende nota… con un’aggiunta omofoba. Alla fine della cena, infatti, su quel tagliando si legge: ‘No pecorino, sì frocio’. I ragazzi fanno notare all’inserviente che quella scritta non è divertente, ma il cameriere ridendo si è giustificato parlando di un errore del computer, continuando, però, a prenderli in giro. E’ intervenuta anche la proprietaria, ribadendo il problema tecnico e cercando di minimizzare: dopo 30 minuti di discussione, senza chiedere scusa, ha offerto la cena.”

Che dire? Sicuramente consigliamo di non usare tripadvisor per lasciare recensioni negative, non sarete migliori dei responsabili che verranno identificati. Questi sono i casi in cui l’analisi dei commenti supera qualsiasi nostro commento o interpretazione. Come sempre diciamo, non ci va di entrare nel merito delle questioni ma capire le reazioni degli utenti e sottolineare quelle più esagerate o fuori luogo. In molti spesso si chiedono quale sia il metro e la risposta è molto semplice: il buonsenso.

LEGGI ANCHE  La nonna che vende ricami multata a Roma. La Meloni e gli Indignati si scagliano contro Virginia Raggi. Ma la notizia è una bufala

Ecco i commenti:

Leave a Reply

LIKE SE NON SEI UN ANALFABETA FUNZIONALE

Se lo sei non leggerai questo avviso .