Home / Analfabetismo funzionale / Sbarca il primo cane migrante. Gli indignati lo invitano a tornare ai canili di casa sua

Sbarca il primo cane migrante. Gli indignati lo invitano a tornare ai canili di casa sua

La pagina Facebook ufficiale di Tgcom24 condivide il seguente articolo: “Eʼ sbarcato a Malta il primo cane migrante: era a bordo dellʼAquarius con la sua famiglia“. Aprendo l’articolo, si legge: “Si chiama Bella, il primo cane-migrante tratto in salvo nel Mediterraneo e sbarcato in Europa. Si tratta di un incrocio tra un maltese e un terrier ed è di proprietà di una famiglia libica tratta in salvo dall’Aquarius e rimasta a bordo, con una cinquantina di profughi, della nave di Sos Mediterranée per cinque giorni, in attesa di trovare un porto d’approdo. Alla fine è stato indicato quello di La Valletta, a Malta. E così Bella, come ha comunicato via Twitter il primo ministro di Malta Joseph Muscat scrivendo: “Malta soccorre ogni vita”, è stata presa in consegna dalle autorità sanitarie ed è stata trovata in buona salute. Chissà quale tra Portogallo, Germania, Francia e Spagna sarà la sua destinazione finale“.

Dunque, una storia di colore all’interno di drammi quotidiani. Qualcosa che può far sorridere gli amanti degli animali e far sperare che, un giorno, il mondo diventi un posto così bello dove gli unici problemi siano  rappresentati dalle migrazioni sulle navi di cagnolini in cerca di una casa. Questa visione alla Walt Disney viene puntalmente sconvolta dagli Analfabeti Funzionali che, indignati per un animale che prova clandestinamente a varcare i confini, perdono l’ennesima occasione di stare zitti ed evitare figuracce:

LEGGI ANCHE  L'egiziano ateo viene invitato ad esporre le sue teorie "a casa sua". Quando l'intolleranza non ha confini

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi sostenerci su Patreon o su PayPal, va bene anche una donazione minima come il costo di una grappa!

About Giuseppe

Check Also

Roberto Burioni, AF tentano di metterlo in difficoltà ma finiscono al tappeto

Se c’è una cosa che il virologo Roberto Burioni sa benissimo è che su Internet devi …

Lascia un commento