Home / Indinniati / Renato Zero esorta gli utenti alla rivoluzione, ma si tratta di una vecchia intervista fraintesa dai soliti Indignati

Renato Zero esorta gli utenti alla rivoluzione, ma si tratta di una vecchia intervista fraintesa dai soliti Indignati

Ogni tanto spunta un nuovo eroe per gli Indignati. In passato lo è stato spesso, a sua insaputa, Enrico Brignano. Il meccanismo era semplice. Prendere una sua foto, inventare una frase ad minchiam ed incollarla sopra. Risultato? Migliaia di like e condivisioni ed indignazione facile.

Passato di moda Brignano, ecco arrivare Renato Zero. Il povero sorcino cade vittima dell’Analfabetismo Funzionale a causa di una sua intervista riportata, tra i vari, anche dal Fatto Quotidiano. L’articolo risale al 2016, in occasione dell’uscita del suo ultimo album, “Alt!”. Nell’intervista, Renato Zero diceva: “Per fare una rivoluzione bastano pochi ingredienti. Una sveglia, una matita, anzi una penna così quel che scrivi non si cancella, un megafono. E poi l’androne di oggi: la piazza.”

Dunque, il popolare cantante invitava il pubblico a fare una sorta di rivoluzione responsabile, andando in piazza ad esprimere il proprio disappunto e, dunque, a partecipare maggiormente alla vita e alle decisioni del paese. Niente mitra, niente bombe, niente guerriglia. Zero esprime la rivoluzione attraverso le sue canzoni. Una rivoluzione culturale.

Il post pubblicato su Facebook a distanza di due anni da queste dichiarazioni pesca parole a caso, le mette insieme e trasforma Renato Zero in una specie di Masaniello 2.0, un sobillatore amante della violenza. Ed i risultati non tardano ad arrivare nei commenti:

LEGGI ANCHE  Sgarbi difende Almirante e diventa il nuovo idolo degli Indignati

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi sostenerci su Patreon o su PayPal, va bene anche una donazione minima come il costo di una grappa!

About Giuseppe

Check Also

Strage di Corinaldo, Lega Campagna contro Sfera Ebbasta: “Si può morire per mandare i propri figli ad un concerto di un soggetto del genere?”

Nonostante i ripetuti inviti a non scagliarsi contro Sfera Ebbasta, almeno per salvare logica e raziocinio, …

Lascia un commento