Il ragazzo ghanese lascia l’Italia, ma l’Analfabetismo Funzionale lo fa ritornare a furor di popolo

E’ di questi giorni la storia di Amoako Kwadwo19 anni del Ghana, arrivato in Italia 24 mesi fa carico di speranze e ritornato nella madrepatria pieno di delusioni, pronto a ricominciare grazie anche ad un piccolo finanziamento europeo di 1.400 euro che gli permetterà di avviare un allevamento nel suo villaggio d’origine. Una storia a lieto fine, dunque, nonostante le difficoltà riscontrate dal giovane nel Belpaese.

Succede però che su Facebook viene diffuso un post ironico (?!? decidete voi) per prendere in giro gli Indignati e gli Analfabeti Funzionali che comunque non hanno approvato neanche il mini finanziamento ricevuto da Amoako. Il post riporta un fotomontaggio del ghanese in dolce compagnia accompagnato dalla seguente dicitura: “Bella serata ieri in club su riviera per festegiare RITORNO IN ITALIA di fratelo Amoako. Amoako Kwadwo è un 19ene ghanese che poche setimane fa era tornato in Africa dopo essere stato due anni a Padova. Amoako aveva deciso di tornare in Ghana perche era deluso da lavoro in italia e perche italini non avevano mai fatto sentire lui veramente a casa.,. Per fortuna Bandele e riuscito a contattare Amoako in Ghana grassie a ragazzi di asociazione e lo a convinto che lui non deve mollare., che merita futuro migliore di allevare mucche e che italia ormai è pure casa sua. Grassie a lavoro di asociazione ieri sera Amoako è atterato in aeroporto di Rimini, poi è venuto in hotel Pesaro e noi frateli abiamo accolto lui a braccia aperte.. Dopo la cena siamo andati a festegiare tutti insieme in discoteca su riviera dove abiamo conosciuto pure belle turiste. Bentornato a CASA, fratelo Amoako!!”

LEGGI ANCHE  Quando gli Indignati riescono persino a far parlare l'Italia attraverso il qualunquismo e luoghi comuni

Inutile dire che gli Analfabeti ci cascano e commentano in questo modo:

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

Leave a Reply