Il Nuovo Ordine Mondiale vuole ridurre la popolazione mondiale e gli AF ci cascano in pieno

Una volta si diceva, a proposito delle garanzie della vita, che niente è più certo della morte e delle tasse. Di fronte a certi post diffusi su Facebook, potremmo aggiungere una postilla. Ogni ora, sui social nasce un nuovo complotto. E, di conseguenza, un nuovo complottista.

La colpa forse è degli autori di Ficton e dei romanzieri. Da quando Dan Brown ha diffuso presso il grande pubblico le sue teorie sul sacro Graal o sui complotti per il controllo della popolazione mondiale, niente è stato come prima. Complottisti ed Analfabeti Funzionali hanno scambiato quei testi per fonti scientifiche, trovando fondamenta alle loro astruse teorie. Un po’ come dire che i pagliacci assassini esistono perché lo scrive Stephen King.

Di conseguenza, infarciti da queste letture, i complottisti fanno collage di immagini e concetti, aggiungono qualche didascalia e diffondono tutto sui social, accompagnando il tutto con lunghe dissertazioni sui luoghi comuni di matrice cospirazionista.

Il risultato è un curioso patchwork in cui si perde anche il senso di ciò che si vuole dire. Si punta a diminuire la popolazione, eppure questa è in continua crescita.Dov’è il nesso con tutte queste prove, a loro dire, schiaccianti?

La risposta è che non esiste. Forse le teorie del complotto sono nate solo per creare una protesi narrativa all’interno del mondo reale. E quasi fanno tenerezza coloro che commentano, al pari dei bambini che trovano mille prove a dimostrazione dell’esistenza di Babbo Natale:

LEGGI ANCHE  Gli indignati condividono un articolo sul Fondo Monetario Internazionale, ma leggono solo il titolo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

Leave a Reply