Vogliono insultare Romano Prodi, ma sbagliano persona, un grande giorno per gli AF


Alla vista della foto associata alla notizia sentivamo già arrivare in lontananza il suono dei loro commenti a sproposito, completamente e, purtroppo prevedibilmente, inconsapevoli di tutto ciò che stava scritto sotto a quella foto. L’egregio Professor Paolo Prodi, nonostante il merito di essere stato rettore e docente della Facoltà di Lettere dell’Università di Trento, fondatore di associazioni culturali ed istituti storici, ebbe anche la malsana idea di condividere per dna il cognome con un politico italiano. E dopo la sua dipartita, sembra paradossale e a tratti allegorico che se da una parte l’Università, simbolo di cultura, abbia deciso di celebrare il suo contributo sociale e culturale dedicandogli un edificio, dall’altra l’analfabetismo funzionale lo ha voluto immeritatamente affondare per niente, perché niente è ciò che decine di analfabeti funzionali hanno compreso di quell’articolo.

Bastava infatti leggere la prima riga dell’articolo, la prima,  per capire, o quantomeno percepire, che la notizia non riguardava Romano Prodi ma il fratello. L’ex presidente del consiglio è stato coinvolto ed invitato alla cerimonia solo in quanto parente del defunto professore. Ma non serve leggere, come ha detto qualcuno tra i commenti, bastano le immagini, un po’ di luoghi comuni ed “indinniazione” casuale per la politica in generale per smembrare una notizia e contrassegnare a priori l’avvenimento come “schifo”. Magari fosse a priori, comporterebbe una lettura successiva. Vana utopia.  Il collegamento con la politica ha poi ovviamente dato adito a commenti il cui collegamento con la notizia non è comprensibile o decifrabile nemmeno dalle menti più brillanti del pianeta, commenti notoriamente contrassegnati come “che non c’entrano un ca**o”.

I più idealisti hanno cercato vanamente di instillare l’ombra del dubbio in quelle menti blindate di superficialità e analfabetismo, disseminando perle biografiche di Paolo Prodi, forse speranzosi di arginare quelle clamorose figure di m***a. Ma, peggio che per Don Quichotte contro i mulini a vento, si sono visti sbattere in faccia indecenti giustificazioni al limite dell’umana logica per cui Romano Prodi avrebbe condiviso ogni piano malefico strategico per rovinare l’Italia con il fratello e, perché no, con tutta la famiglia. Oppure i più orgogliosi, per evitare l’ammissione di colpevolezza di fronte ad un’evidenza grande quanto la desolazione nella loro testa, hanno preferito millantare un’ovvia conoscenza dei fatti e giustificare lo schifo del commento con una logica disumana: siccome stava antipatico lui, perché non denigrare un essere umano differente, promotore di cultura e defunto recentemente proprio perché imparentato?! Saranno tutti uguali!


Inutile precisare la presenza di ulteriori commenti assolutamente fuori luogo concernenti la massoneria. O l’analfabeta funzionale “lettore attento” che invece ha letto un articolo tutto suo in cui a Romano Prodi sarebbe stata affidata una cattedra all’Università di Trento. Applausi. Ricordatevele queste cose quando andate a votare la prox volta, mi raccomando!

Altro zombi, Ciampi, sta aspettando !!!

proseguiamo


Prima Marchionne, dopo Renzi e adesso Prodi. La prossima volta invitano Berlusconi!? Salvini?! Trump?!

proseguiamo

Una vergogna unica che come Prodi ha Svenduto l’Italia ..quando era al governo ..adesso viene ha Trento gli intitolato la facoltà .. questa è la provincia di Trento .. del pd .. Vergognatevi ….

proseguiamo


Ma leggere sto articolo? PAOLO PRODI NON E’ ROMANO PRODI!!

Ah ah allora? Tutto in famiglia, in sintonia con il stile Pd. Banchieri compresi!!

proseguiamo


Colui che a distrutto L’Italia ….

proseguiamo

…adesso capite perché la Boschi candida in Trentino…

proseguiamo


Bastaaaaaaa autocelebrarsi…
Avete rotto le.p…
Uomini migliori meritano di più…
Uomini che hanno creato costruito .
Massoni …..

proseguiamo

Tutto in “famiglia”!

proseguiamo


Poveri Universitari, si ricorderanno per tutta la vita colui che ci ridotti così.

proseguiamo

Per favore non fatte questo!!! Che vada a casa ha bisogno di un altro stipendio. Questo no no no non se lo guadagna non merita e non deve insegnare come truffare bondolone

proseguiamo


Se era suo fratello spero che non le assomigli

proseguiamo

ricordatevele tutte queste cose quando andate a votare la prox volta!

proseguiamo


Il mortadella non è molto amato e quando appare il suo faccione non serve leggere e se poi ci sono i compagni di merende……Credo proprio che i commenti siano molto significativi nel dimostrare il disprezzo verso il mortadella


Tagged , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *