Home / Analfabetismo funzionale / Migranti o vampiri? E’ questo il dilemma degli Analfabeti Funzionali

Migranti o vampiri? E’ questo il dilemma degli Analfabeti Funzionali

Viaggia su Facebook, ogni tanto riproposto da varie pagine, un post basato su un fatto di cronaca realmente accaduto. Il testo del post è il seguente:

“Questo è il risultato del morso che ieri un extracomunitario ha dato ad un Poliziotto della Polfer che, assieme ad altri colleghi, ha tentato di fermare a seguito di una richiesta  di intervento da parte del capotreno. L’uomo aveva l’epatite B e il collega ora è sotto profilassi. Ovviamente l’extracomunitario è stato subito rimesso in libertà. Ai colleghi che operano su strada, consiglio di comprarsi dei guanti rinforzati e indossarli sempre soprattutto quando si ha a che fare con stranieri provenienti dall’Africa in quanto spesso attaccano o si difendono con i morsi. Auguri per una pronta guarigione amico mio. Non voglio commenti razzisti sul mio profilo. Ve lo dico prima così evitiamo liti.”

Come detto, il fatto è realmente accaduto presso la statione di Arezzo il 4 ottobre del 2017. Il problema però è che nessuna fonte parla di Epatite B. Inoltre, per accertare l’infezione da Epatite B serve un periodo di due mesi (periodo di incubazione del virus), mentre il post è stato pubblicato il giorno dopo al fatto. Non conosciamo l’intento dell’autore del post, ma sicuramente certe leggerezze vanno a cozzare con la sua chiosa finale (Non voglio commenti razzisti sul mio profilo. Ve lo dico prima così evitiamo liti).

LEGGI ANCHE  Gli Analfabeti che vogliono sbudellare i migranti per difendere il cane ferito

Messa in questo modo, la notizia diventa l’esca perfetta per gli Analfabeti Funzionali che, a frotte, si riversano sul post per esprimere il loro libero pensiero:

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi sostenerci su Patreon o su PayPal, va bene anche una donazione minima come il costo di una grappa!

About Giuseppe

Check Also

Roberto Burioni, AF tentano di metterlo in difficoltà ma finiscono al tappeto

Se c’è una cosa che il virologo Roberto Burioni sa benissimo è che su Internet devi …

Lascia un commento