Home / Analfabetismo funzionale / Il migrante sopra l’autobus vuole 50 euro al giorno, gli Analfabeti Funzionali vogliono i cecchini

Il migrante sopra l’autobus vuole 50 euro al giorno, gli Analfabeti Funzionali vogliono i cecchini

Sta avendo molto successo all’interno di alcuni gruppi su Facebook il video in cui un migrante, in piedi sopra un autobus di linea nella città di Palermo, sbraita e balla senza senso. Il bus è costretto a fermarsi e attorno si crea subito un capannello di curiosi. Ovviamente, accorrono forze dell’ordine e vigili del fuoco. Consultando sia il Giornale di Sicilia che BlogSicilia.it, non sono venuti fuori le ragioni che hanno mosso il giovane a compiere questo atto insensato.

Eppure, la Rete spesso riesce dove le testate giornalistiche o i blog non arrivano. Sui Social Network, in particolare Facebook, quello che le fonti di informazione non fanno, ci pensa la fantasia o il pregiudizio a colmarlo. E’ quanto accade con uno dei post in cui viene condiviso proprio questo video. In alto, possiamo leggere la seguente dicitura: “Succede adesso a Palermo… un migrante vuole 50 euro al giorno e la casa…. Intervengono polizia e vigili del fuoco”.

Ecco svelato l’arcano. Il migrante cercava dunque un aumento, non più i famosi 35 euro al giorno ma 50. Strano però se si pensa che, secondo un’altra corrente degli Analfabeti Funzionali, i migranti percepivano già i 50 euro. In ogni caso, chiedere della fonte da cui l’autore del post ha recepito tale informazione è perfettamente inutile.

Sicuramente non se lo chiedono gli Analfabeti che commentano il post senza indugio, passando subito all’attacco e sperando in un intervento delle forze speciali con i loro cecchini:

LEGGI ANCHE  Luigi Di Maio contro il lavoro DOMiNICALE, gli Analfabeti Funzionali sfoggiano ironia e indignazione

Ti è piaciuto l'articolo?
Puoi sostenerci su Patreon o su PayPal, va bene anche una donazione minima come il costo di una grappa!

About Giuseppe

Check Also

Roberto Burioni, AF tentano di metterlo in difficoltà ma finiscono al tappeto

Se c’è una cosa che il virologo Roberto Burioni sa benissimo è che su Internet devi …

Lascia un commento