Gli Analfabeti Funzionali hanno la prova schiacciante del conflitto d’interesse della Lorenzin. Ma l’articolo che citano, in realtà, smentisce tutto


E’ davvero comica l’ennesima figuraccia rimediata dagli Analfabeti Funzionali riguardo i presunti conflitti d’interesse dell’ormai ex ministro della Salute Beatrice Lorenzin. Stavolta, la prova schiacciante sarebbe un articolo del portale Money.it il cui titolo dice: “Vaccini obbligatori: il marito della Lorenzin è manager di un’industria farmaceutica? Facciamo chiarezza“.

Leggendo l’articolo, si spiega, senza possibilità di malintesi, che la notizia secondo cui il consorte di Beatrice Lorenzin lavorasse per la a GlaxoSmithKline – una società di ricerca del Regno Unito che si occupa principalmente di prodotti farmaceutici, specializzata nella produzione di medicinali antifettivi del sistema nervoso centrale e dei vaccini – è in realtà una bufala. E stavolta gli Analfabeti Funzionali non hanno neanche la scusante di non aver letto l’articolo o di essere stati tratti in inganno da un post fuoriviante. Nello screenshot riportato si legge chiaramente l’anteprima dell’articolo dove sono si leggono le seguenti parole: “Vaccini obbligatori: per la Lorenzin è conflitto d’interesse? Ecco la nuova bufala diffusa sul web“.

Gli Analfabeti l’hanno davvero fatta grossa. Usano come prova delle loro teorie cospirazioniste un post/articolo che dice chiaramente l’opposto. E’ come se il pubblico ministero portasse in tribunale la prova schiacciante che l’accusato è innocente, senza neanche rendersene conto.


LEGGI ANCHE  L'inchiesta dei Nas sulle scie chimiche. La vittoria delle convinzioni degli Analfabeti Funzionali. Ma è una bufala

Una memorabile autorete.

E memorabili diventano perciò i commenti sotto al post, a dir poco grotteschi:


proseguiamo

proseguiamo


proseguiamo

proseguiamo


proseguiamo

proseguiamo


proseguiamo

proseguiamo


proseguiamo

proseguiamo


proseguiamo

proseguiamo


proseguiamo

proseguiamo


Tagged , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *