Gli Analfabeti Funzionali chiedono all’Europa di non accogliere i rumeni ma dimenticano che la Romania fa parte dell’UE

In uno dei tanti gruppi frequentati da Analfabeti Funzionali viene condiviso un articolo de Il Messaggero con il seguente titolo: “Roma, rapina choc alla stazione Tiburtina, passante massacrato a calci e pugni: è grave“. Aprendo l’articolo, leggiamo: “Due romeni di 21 anni, pregiudicati, hanno massacrato a calci e pugni un magazziniere peruviano di 30 anni che aveva appena staccato dal lavoro. La brutale aggressione si è verificata alle 7 del mattino sotto i piloni della Tangenziale. La vittima, per i calci alla testa, è ricoverata all’Umberto I in prognosi riservata. Sul corpo presenta profondi segni di percosse e il volto è completamente tumefatto. I medici gli hanno riscontrato un trauma cranico.”

Ovviamente, per leggere dei due rumeni autori del brutale gesto, agli Analfabeti Funzionali non serviva aprire l’articolo. Bastava l’anteprima su Facebook, in cui si leggeva l’incipit del pezzo. Ma anche leggendolo tutto, gli Analfabeti Funzionali non avrebbero evitato l’ennesima, magra figura.

In linea con i commenti relativi ai migranti che varcano i confini per sporcare il nostro lindo Paese, ecco partire la filippica contro il Governo, i confini e la giustizia malata. Dimenticando, però, un dettaglio fondamentale: la Romania fa parte dell’Unione europea. Non ha senso parlare di respingerli ai confini. Immaginiamo che ormai questo sia un disco rotto, la pavloviana dimostrazione dello stimolo-risposta:

LEGGI ANCHE  Un uomo si dà fuoco, gli Analfabeti Funzionali insorgono contro i migranti, ma è solo una mezza bufala di qualche anno fa

Leave a Reply