Il foggiano cantante Michele Rurco si schiera contro Salvini. In realtà, si tratta di Mickey Rourke

Ancora un dissidente, ancora un artista che prende posizione contro il governo. Stavolta si tratta di Michele Rurco, cantautore foggiano. Il post fa il giro delle bacheche di Facebook accompagnato dalla seguente didascalia: “Lui è Michele Rurco, famoso cantante neomelodico foggiano. Ha detto ke non canterà più in Italia finké sarà governato da Lega e M5S. Condividi se anke tu lo stimi.

Il problema è che, guardando la foto, il volto di Michele Rurco somiglia incredibilmente a quello del più famoso Mickey Rourke, divenuto icona del cinema grazie ai suoi ruoli in Nove settimane e Mezzo, Ascensore per l’inferno ed il più recente The Wrestler. Le questioni sono due: o Rurco è una sosia o si tratta dell’ennesima burla di qualche simpaticone. Del resto, in alto alla foto, capeggia la scritta “Satiraptus”. Si tratta di una pagina che di solito fa ridere, ma in questo caso è proprio una caduta di stile per recuperare like e condivisioni seguendo il filone delle immagini fake news. Anche in questo caso, sarebbe bastato far funzionare appena appena il cervello per capire immediatamente l’intento del post.

E invece, per l’ennesima volta, gli Analfabeti Funzionali ci cascano, senza neanche chiedersi che senso possa avere la notizia del dissenso di un cantante neomelodico foggiano, sconosciuto ai media, verso il Governo.

LEGGI ANCHE  Migranti o vampiri? E' questo il dilemma degli Analfabeti Funzionali

Proprio un senso non ce l’ha. E nemmeno i commenti che seguono:

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

Leave a Reply