Berlusconi torna candidabile, e noi ci gustiamo i commenti


Il titolo di quest’articolo prende spunto da un post pubblicato sulla pagina Facebook ufficiale di Forza Italia, in cui su fondo bianco si legge: “Berlusconi torna candidabile! Finalmente è finita un’ingiustizia durata 5 anni“.

Ora, Berlusconi ha ricevuto una condanna definitiva a 4 anni di reclusione per frode fiscale, falso in bilancio e appropriazione indebita. Non si tratta proprio di quisquilie. Senza entrare troppo nel merito del personaggio, basterebbe questo a tutti gli Indignati per provare un minimo di antipatia verso l’ex Premier di Forza Italia. Tutti quei pensionati condivisi nei post che pagano multe ingiuste, vengono sfrattati e non hanno da mangiare, mentre le multinazionali se la godono, gli immigrati bivaccano negli alberghi a cinque stelle e i magnati evadono le tasse.

Giusto, no?


E invece, no. Ancora una volta, gli Indignati ci sorprendono regalandoci una nuova interpretazione dell’indignazione popolare, tirando in ballo i soliti complotti della magistratura corrotta e l’accanimento mediatico verso un innocente.

E’ più o meno quanto leggiamo tra i commenti al post. Ripetiamo: non giudichiamo il personaggio, ma di sicuro non stiamo parlando di un santo. Eppure, leggendo, le prime impressioni sembrano proprio queste:


proseguiamo

proseguiamo


proseguiamo

proseguiamo


proseguiamo

proseguiamo


proseguiamo

proseguiamo


proseguiamo

proseguiamo


proseguiamo

proseguiamo


proseguiamo

LEGGI ANCHE  Medici senza frontiere lotta contro l'epidemia di ebola in Africa. Ma per gli Indignati le donazioni sono per le multinazionali

proseguiamo


proseguiamo

Tagged , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *