“Troppo Belli”, un cult massacrato su CineBlog

Guardare film a scrocco è sicuramente qualcosa di deprecabile. Mai ci azzarderemmo a consigliare di seguire tale pratica. Esistono però casi che fanno eccezione. Stiamo parlando, ad esempio, di cult del trash come “Troppo Belli”, film della premiata ditta Costantino Vitagliano e Daniele Interrante, due dei tanti “mostri” creati da Maria De Filippi. La trama del film è quasi sconcertante, di peggio c’è solo la recitazione dei due protagonisti: Costantino e Daniele sono due amici trentenni che conducono un’esistenza anonima in un quartiere di periferia. Grazie alla loro bellezza, i due sono molto amati dalle ragazzine della zona, che li inseguono fotografandoli con il cellulare, oppure rubano loro la biancheria intima. I due ragazzi passano da un lavoro all’altro, ma il sogno di Daniele, assecondato da Costantino, è quello di fare carriera nel mondo del cinema. Durante una discussione in un locale, i due vengono adescati da una modella-attrice di nome Valeria, che in combutta con il padre, il falso agente di attori dottor Giampalmi, vende presunti “corsi di recitazione” promettendo agli allievi una facile carriera nello spettacolo.

E questo è solo l’incipit. Peggio ancora è la tagline del film: “A volte nelle città italiane, nascono e crescono dei ragazzi… troppo belli!”

Un monito che sarebbe bastato a chiunque per scappare dal cinema. Non è servito però agli utenti di Cineblog che hanno scelto di sciropparsi questo capolavoro non avendo di meglio fare. I commenti, potete immaginare, non hanno di certo nobilitato il film, ma almeno fanno ridere:

LEGGI ANCHE  Il mantello dell'invisibilità direttamente dal Giappone. I video fake a cui abboccano molti creduloni

 

 

Leave a Reply

LIKE SE NON SEI UN ANALFABETA FUNZIONALE

Se lo sei non leggerai questo avviso .