Ancora gli Indignati contro Laura Boldrini, rea stavolta di aver difeso la cultura superiore dei migranti

Ormai non abbiamo più parole per definire l’ennesimo, ripetitivo, ridondante post Facebook su presunte dichiarazioni di personaggi famosi. Stavolta, tocca ancora a Laura Boldrini, colpevole di aver candidamente dichiarato: “Tutti mi odiano perché difendo la cultura del futuro“.

In realtà, cercando su Google, non si trova alcun riferimento a questa frase, soprattutto se associata all’ex Presidente della Camera. E’ probabile che l’autore del post abbia volontariamente distorto un’altra dichiarazione inintelligibile di Laura Boldrini a proposito dei migranti, in cui diceva: “I migranti oggi sono l’elemento umano, l’avanguardia di questa globalizzazione e ci offrono uno stile di vita che presto sarà molto diffuso per tutti noi“. Ecco dunque l’inferenza verso la “cultura del futuro”.

Ma perché la gente, l’utenza di Facebook, condivide così velocemente questi post? Davvero basta appiccicare una frase qualsiasi su un volto famoso per ottenere consensi?

Supponiamo che la risposta non sia così semplice. Chi crea questi memi sa bene come colpire nel segno. Purtroppo, Laura Boldrini – come buona parte della classe politica – si è resa protagonista di dichiarazioni spesso reputate sopra le righe dagli utenti (utenza generica, senza per forza dover parlare di demagogia o populismo). Succedeva con Berlusconi, con Renzi e succede ancora con Salvini e Di Maio. Quello che consigliamo ai cosiddetti Analfabeti Funzionali è di fare ricerche, consultare siti di debunking come Bufale.net e fidarsi poco di quel che dice il vicino di casa. Una notizia senza fonti attendibili è quasi sempre una bufala.

LEGGI ANCHE  L'esercito degli analfabeti contro il (presunto) migrante senza biglietto

Si eviterebbero così i commenti, la parte tristemente comica dell’Analfabetismo Funzionale:

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

proseguiamo

Leave a Reply